Usa il codice BLACKWEEK dal 22 al 29 Novembre e ottieni 15% di sconto e spedizione gratuita su tutti gli ordini superiori a 99€ 

Tenuta San Guido - Bolgheri Sassicaia 2016

Tipologia: Rosso
Denominazione: DOC
Vitigno: Cabernet Sauvignon 85%, Cabernet Franc 15%
Gradazione: 13%
Formato: 0,75 cl
Vinificazione & Affinamento: Fermentazione in acciaio, poi 24 mesi di barrique francesi.

330,00

Esaurito

Informazioni aggiuntive

Annata

Paese

Produttore

Regione

Vitigni

,

Il nostro sommelier racconta:
Rubino lucente e naso di turbinante profondità, giocato su due registri diversi, uno vitale e mediterraneo, l’altro più terragno e cupo. L’energia olfattiva si sviluppa su note di frutti selvatici e marasca, essenza di rosa, terra, resina balsamica e lavanda, spezie piccanti, un brioso tocco d’agrume e macchia marina a corredo. Al gusto il meccanismo è ben ripetuto, in cui un tannino elegante nella sua vitalità, ma che pare foderato di preziosa seta, dirige l’assaggio fino ad un finale di lunghissima persistenza, su aromi intriganti.

Note sul produttore:
Tenuta San Guido, il cui nome deriva da San Guido della Gherardesca vissuto nel XIII secolo, è una storica cantina della zona di Bolgheri, situata lungo la costa Etrusca che va da Livorno a Grosseto, nella Maremma toscana. Estesa su una superficie complessiva di circa 2500 ettari, l’azienda può al momento contare su novanta ettari vitati, che includono 75 ettari dedicati esclusivamente alla produzione del Sassicaia, quest’ultimo nato da un’idea del Marchese Mario Incisa della Rocchetta, che voleva creare un grande vino in stile bordolese. Erano infatti gli anni ’20, quando lo stesso Marchese, ispirato da Bordeaux e dall’aristocrazia di un tempo, sognava di arrivare a produrre un vino di razza, un vero e proprio purosangue. Trasferitosi nella tenuta toscana nella seconda metà del ‘900, il Marchese Incisa della Rocchetta iniziò a fare esperimenti, piantando alcune barbatelle di varietà vitate francesi in una zona fino ad allora assolutamente ignota dal punto di vista vitivinicolo. Da quel momento, con splendida lungimiranza, il Marchese Incisa della Rocchetta riuscì a comprendere il potenziale dell’area di Bolgheri e di quei stessi terreni su cui aveva piantato le barbatelle, che presentavano delle caratteristiche uniche, nel microclima molto simili alla zona delle Graves e di Bordeaux. La prima annata messa in commercio fu quella del 1968, e da allora il Sassicaia ha raggiunto a livello mondiale una fama inaspettata, crescente di anno in anno.