Usa il codice BLACKWEEK dal 22 al 29 Novembre e ottieni 15% di sconto e spedizione gratuita su tutti gli ordini superiori a 99€ 

La Spinetta - Moscati d'Asti Bricco di Quaglia DOCG 2018

Tipologia: Bianco Dolce
Denominazione:
DOCG
Vitigno:
Moscato 100%
Gradazione:
4,5%
Formato:
0.75 l
Vinificazione & Affinamento: 
Acciaio

11,90

Esaurito

Informazioni aggiuntive

Peso 1 kg
Annata

Paese

Produttore

Regione

Vitigni

Il nostro Sommelier racconta
Nel calice si presenta di colore giallo paglierino luminoso con leggeri riflessi verdolini. Il bouquet esprime delicati profumi floreali di zagara, aromi di agrumi, di pompelmo, pesca bianca, albicocca e sfumature di frutta tropicale. Il sorso è brioso, croccante e armonioso, che accompagna verso un finale equilibrato, con una chiusura piacevolmente fresca. Perfetto da abbinare con pasticceria secca e torte.

Note sul produttore
La Spinetta è oggi una delle cantine più importanti del Piemonte, vero e proprio punto di riferimento per la produzione di Barolo e Barbaresco. Si tratta di una realtà produttiva a conduzione famigliare che nasce nel 1977, qui Giuseppe iniziò a cimentarsi con un vino dolce tradizionale del Piemonte, il Moscato. Da allora molti passi in avanti vennero fatti e il fulcro della produzione venne dedicato alla realizzazione di vini rossi, con la nascita dei primi Barbareschi verso la metà degli anni ’90. Da questo momento l’ascesa della cantina La Spinetta è continua, tanto che i grandi successi portarono la proprietà a espandersi anche al di fuori dei confini piemontesi, spingendosi in Toscana, dove nel 2001 si acquistarono 65 ettari fra Pisa e Volterra. Oggi La Spinetta è sapientemente diretta da Giorgio, Bruno e Carlo Rivetti, esponenti di una famiglia che ha fatto del duro lavoro il segreto del proprio successo. La Spinetta si estende su circa 100 ettari vitati, acquistati nel corso del tempo con grande accuratezza. I vigneti infatti godono di un’ottima esposizione, verso sud, sud-est e sud-ovest, e le viti hanno tutte un’età media ricompresa fra i 35 e i 65 anni, ideale per produrre vini espressivi e compatti. I vini di La Spinetta nascono esclusivamente da vitigni autoctoni, che appartengono storicamente alle zone in cui crescono e si sviluppano. Si tratta di una scelta decisamente oculata, che mira a valorizzare il territorio, rifuggendo dall’uniformità di sapori che troppo spesso va di moda. Nebbiolo in primis, Barbera e Moscato sono quindi le uve più protagoniste, che vengono coltivate con bassissime rese e con lavori oculatissimi, perché solo da un’attenta cura quotidiana della vigna possono nascere grandi vini.